Depurazione e drenaggio dell’organismo

drenaggio-depurazione-organismo

Il nostro organismo, per funzionare correttamente, ogni giorno deve eliminare dalle cellule (di tessuti e organi) le scorie metaboliche e le tossine provenienti dall’ambiente che ci circonda. Generalmente il nostro organismo attraverso il drenaggio e la depurazione è in grado di eliminare le sostanze di rifiuto in modo efficiente. Ma, quando ciò non avviene, a causa di abitudini alimentari e stili di vita scorretti, si può generare un accumulo di tossine, con conseguente formazione di radicali liberi e invecchiamento precoce, manifestazione di alcuni disturbi, come pancia gonfia, ritenzione idrica, inestetismi cutanei e cellulite, fino alla comparsa di alcune patologie nei casi più gravi. Ma cosa significa depurare e drenare e come la natura ci sostiene in queste azioni?

DEPURAZIONE E DRENAGGIO: DIFFERENZE

Depurazione e drenaggio sono due concetti simili che presentano delle differenze! La depurazione è un processo fisiologico che avviene costantemente all’interno del nostro organismo e consiste nella riduzione ed eliminazione delle scorie metaboliche. Per garantire un’adeguata depurazione è essenziale l’ottimale funzionamento degli organi emuntori, i principali sistemi del nostro organismo deputati all’eliminazione delle sostanze di rifiuto. Infatti, la depurazione è un processo che prevede: l’attivazione degli organi emuntori che trasformano le tossine nella forma più adatta alla loro espulsione e l’eliminazione delle tossine dall’interno verso l’esterno del corpo.

Il drenaggio è processo fisiologico di eliminazione di scorie metaboliche, tossine e liquidi in eccesso attraverso gli organi emuntori e mediante urine e traspirazione. Drenare è una azione sistemica che coinvolge l’intero organismo: stimola l’eliminazione centrifuga delle tossine dall’interno verso l’esterno delle cellule e, una volta nell’ambiente extracellulare, le tossine vengono espulse all’esterno dell’organismo attraverso l’azione specifica degli organi emuntori. La tecnica del drenaggio esprime dunque un concetto dinamico che consiste nello stimolare uno o più organi nella loro funzione eliminatoria.

Quindi, la depurazione stimola un solo organo, senza sbloccare le tossine intrappolate nei tessuti, il drenaggio è un’azione che coinvolge l’intero organismo e stimola l’eliminazione delle tossine nella sua totalità

I prodotti drenanti hanno un’azione più profonda e possono contrastare la ritenzione idrica, agire sulla formazione della cellulite e migliorare la circolazione linfatica. In particolare, la ritenzione idrica e la cellulite rappresentano due condizioni estremamente comuni, che indicano un accumulo di scorie che i reni hanno difficoltà a smaltire. Per ritenzione idrica si intende la tendenza a trattenere liquidi nell’organismo: quando i liquidi non vengono smaltiti correttamente ristagnano, concentrandosi maggiormente in alcune zone come l’addome, le cosce e i glutei. La cellulite, invece, è il risultato dell’accumulo di una sostanza gelatinosa sotto la cute, conseguente a un disordine del tessuto connettivo e del microcircolo. In questo caso la pelle assume il caratteristico aspetto ‘a buccia d’arancia’ dovuto alla progressiva difficoltà di smaltimento delle tossine.

ritenzione-idrica

COSA SONO LE TOSSINE?

Le tossine sono sostanze di scarto che nel tempo possono accumularsi nel nostro organismo indebolendolo e predisponendolo ad attacchi esterni, infiammazioni e malattie. Le tossine si possono suddividere in due categorie, quelle di origine esogena e quelle di origine endogena.  Le tossine endogene sono quelle prodotte quotidianamente dal nostro organismo, in conseguenza alla trasformazione e/o distruzione di sostanze, come gli ormoni, e di alimenti.

Le tossine esogene, invece, derivano dall’inquinamento atmosferico, dall’alimentazione scorretta, dall’assunzione di alcool, dai residui alimentari (pesticidi, metalli pesanti), farmaci, batteri, virus e fumo.

Quando le tossine non vengono eliminate correttamente (dagli organi “deputati a fare pulizia”) aumentano di quantità, si depositano e, con il tempo, possono andare ad alterare la capacità dell’organismo di auto-detossificarsi, dando inizio ad un processo di intossicazione lento, costante e progressivo. Un eccesso di tossine nel nostro corpo, può portare a situazione di malessere generale, mal di testa, dolori articolari e muscolari, disturbi del sonno, problemi gastrointestinali, problemi alla pelle e ai capelli e in casi gravi all’insorgenza di alcune patologie. Per questo motivo, diventa prioritario tenere sempre in perfetta attività gli organi emuntori, attraverso uno stile di vita corretto e mediante l’utilizzo di piante specifiche che favoriscono il naturale compito di fegato, reni, polmoni, intestino e pelle.

ORGANI EMUNTORI: COSA SONO

Gli emuntori sono gli organi deputati all’eliminazione delle tossine e delle sostanze derivanti dal catabolismo. Vengono definiti emuntori: il fegato, i reni, l’intestino, la pelle e i polmoni.

Il fegato è un organo che svolge numerose funzioni nel nostro organismo, ad esempio: regola la digestione, funge da deposito di alcune sostanze come il glicogeno e il ferro, contribuisce alla produzione di energia e produce sostanze necessarie all’organismo come i sali biliari, le proteine e gli steroidi. Il fegato, in particolare, è l’organo che più di tutti si occupa di “fare pulizia”. Infatti, è in grado di trasformare, modificare e convogliare agli organi atti alla loro definitiva eliminazione tutte le sostanze di scarto. Un aumento di tossine nel nostro corpo può affaticare il fegato e rallentare il fisiologico processo depurativo, portando in casi gravi anche a conseguenze come insufficienza epatica e fegato grasso.

L’intestino è un organo emuntore deputato sopratutto all’eliminazione degli scarti metabolici provenienti dal cibo. Le sue principali funzioni consistono nell’ assorbimento dei nutrienti e nell’eliminazione di sostanze inutili e/o dannose attraverso le feci. Inoltre, è sede della flora batterica che vive in simbiosi con l’ambiente intestinale, aiutandolo nei processi di assorbimento e di protezione dai microrganismi patogeni. Un aumento e un accumulo di tossine a livello dell’intestino, può scatenare una risposta infiammatoria, alterare lo stato di eubiosi della flora batterica intestinale e manifestarsi con pancia gonfia, flatulenza, stipsi, diarrea e cistiti.

Anche I reni svolgono importanti funzioni. Infatti, regolano la concentrazione di acqua e soluti, filtrano e depurano il sangue, producono ormoni ed enzimi (eritroproteina, renina) ed eliminano le sostanze inutili o dannose, come le tossine, attraverso l’urina. In una condizione di inefficace smaltimento delle sostanze di scarto, i reni si possono affaticare generando sensazione di malessere generale, stanchezza, gonfiore (si produce meno urina, aumenta il volume dei liquidi presenti nell’organismo e si forma ritenzione idrica).

Infine, la pelle è la barriera che protegge il nostro organismo dalle aggressioni esterne. Ha funzione di protezione e di difesa (da traumi e sostanze esterne), impedisce la disidratazione, ha funzione sensoriale e metabolica (produce vitamina D), termo-regolatoria e respiratoria. Lo smaltimento delle tossine avviene tramite le ghiandole sudoripare e sebacee che riversano all’esterno i prodotti del metabolismo. I segnali che si manifestano a carico della pelle sono la comparsa di acne, punti neri, colorito spento, macchie ed eruzioni cutanee.

COME DEPURARE L’ORGANISMO IN MODO NATURALE

Depurazione e drenaggio normalmente sono processi sufficienti ed efficienti. Tuttavia, in particolari situazioni o periodi dell’anno, può rendersi necessaria un’opportuna stimolazione attraverso l’uso delle piante. Infatti, lo stile di vita frenetico, lo stress, l’inquinamento, le abitudini alimentari errate e la poca attività fisica possono contribuire all’accumulo di tossine nell’organismo e di conseguenza aumentare le probabilità di minacce per la nostra salute. Sicuramente, per aiutare i nostri organi a compiere le loro funzioni fisiologiche, bisogna innanzitutto:

  • bere molta acqua, soprattutto a digiuno, per favorire la diuresi
  • modificare l’alimentazione verso una dieta più leggera e secondo il modello mediterraneo
  • fare regolare esercizio fisico

dieta-mediterranea

Se a questi elementi si associa l’uso di piante specifiche, il processo di “pulizia” diventa maggiore contribuendo al mantenimento di un benefico stato di salute.

La natura ci viene in aiuto con moltissime piante. Vediamo insieme quali sono alcune delle piante più utilizzate per depurare un organo o per aiutare il nostro corpo nella sua azione di drenaggio.

  • Il cardo mariano è una pianta erbacea biennale diffusa in Europa meridionale, Africa settentrionale e Asia occidentale. La parte di pianta utilizzata è costituita dai frutti maturi che contengono lipidi, proteine, zuccheri e flavonoidi tra cui silimarina e silibina. I prodotti che contengono estratti di cardo mariano sono utilizzati come protettori e tonici epatici, depurativi dell’organismo e digestivi. Il fitocomplesso del cardo mariano ha principalmente attività antiossidante sulle membrane delle cellule epatiche. La silimarina, in particolare, mostra tre importanti attività: ha un’azione protettiva contro i radicali liberi, è in grado di stabilizzare le membrane cellulari delle cellule epatiche rendendo più difficile l’ingresso di sostanze tossiche e, infine, stimola la sintesi proteica nelle cellule epatiche, aumentandone la capacità di rigenerazione.
  • Il carciofo è una pianta erbacea biennale, originaria dell’Europa meridionale e del Nord Africa, ben noto soprattutto come ortaggio, del quale si mangiano le brattee dei fiori non ancora sbocciati. La parte di pianta utilizzata sono le foglie, ricche di composti caffeoilchinici, sesquiterpeni lattonici, flavonoidi e acidi organici. Le proprietà fitoterapiche del carciofo sono determinate dall’azione sinergica del fitocomplesso. Il carciofo vanta proprietà coleretica (aumenta la secrezione biliare), colagoga (stimola l’escrezione biliare con conseguente effetto benefico sul fegato), amaro tonica, epatoprotettiva, depurativa e diuretica; è indicato nei disturbi digestivi e nei disturbi epatobiliari.
  • Il tarassaco è un’erba perenne, originaria di tutto l’emisfero settentrionale e molto comune nelle zone temperate. Infatti la si trova facilmente nei prati, negli orti e lungo i bordi delle strade. La radice contiene numerosi triterpeni, sesquiterpeni lattonici, inulina, pectine, acidi fenolici, sali minerali (potassio) e sostanze amare. Il tarassaco viene utilizzato soprattutto come coleretico, colagogo, diuretico e come stimolante dell’appetito. È indicato in caso di disturbi epatici e biliari, inappetenza, ritenzione idrica e flatulenza.
  • L’equiseto è una pianta erbacea perenne diffusa nelle zone temperate di tutto il globo. Il fitocomplesso è costituito da diverse molecole tra cui: acidi organici, sali minerali, silice, flavonoidi, tannini e saponine. Le azioni principali sono quella acqueretica-drenante e rimineralizzante in quanto contiene minerali utili per rinforzare il tessuto osseo. In particolare, l’equiseto favorisce l’eliminazione di scorie e tossine a livello renale, migliora il drenaggio dei liquidi corporei, riduce la ritenzione idrica e facilita la diuresi, senza modificare l’equilibrio acido-base corporeo.
  • Il tè verde è una pianta originaria della Asia, diffusa soprattutto in Cina, Giappone, Thailandia e Vietnam. La parte di pianta utilizzata sono le foglie e il fitocomplesso è costituito da polifenoli tra cui acidi fenolici (acido clorogenico), flavonoidi (catechine EC, EGC EGCG) e metilxantine (caffeina, teofillina e teobromina). Il tè verde ha azione antiossidante, drenante-diuretica; infatti le metilxantine e specialmente la teofillina inducono un aumento della produzione di urina e potenziano l’escrezione di acqua ed elettroliti e azione sul metabolismo basale e peso corporeo.
  • L’ananas è una pianta originaria dell’America centrale, è attualmente coltivato in tutti i paesi a clima tropicale e subtropicale. La parte utilizzata è rappresentata dal frutto fresco e dal gambo. Nel gambo del frutto è contenuto il principale enzima proteolitico la bromelina. La bromelina ha un forte potere diuretico e contrasta il ristagno dei liquidi, ciò rende l’ananas un ottimo rimedio contro i primi sintomi della cellulite. Inoltre, questo enzima ha proprietà antiinfiammatorie e anti-edematose, aumentando l’ossigenazione dei tessuti e la circolazione a livello degli arti inferiori.

INTEGRATORI DRENANTI E/O DEPURATIVI: QUANDO USARLI?

I periodi ideali per utilizzare un integratore drenante o depurativo sono l’inizio della primavera e l’autunno per preparare l’organismo al cambio stagionale. Inoltre, l’uso di questi prodotti è consigliato anche in caso di pelle asfittica, spenta e opaca, dopo un periodo di eccessi alimentari, in caso di gonfiori femminili dovuti a ritenzione idrica da ciclo mestruale e menopausa, in caso di gambe gonfie e pesanti o pancia gonfia e in presenza di inestetismi cutanei. Generalmente, si consiglia di effettuare un ciclo di drenaggio o depurazione di almeno 15-20 giorni.

I NOSTRI PRODOTTI DRENANTI E DEPURATIVI

D-TOX+ è un integratore alimentare in capsule a base di estratto di cardo mariano, N-Acetil-Cisteina (NAC), acido alfa-lipoico, utile per favorire la fisiologica funzionalità dei processi depurativi dell’organismo. In particolare, il cardo mariano supporta la funzionalità digestiva ed epatica, la NAC vanta proprietà antiossidanti e citoprotettive, infine, l’acido alfa-lipoico, aiuta a contrastare lo stress ossidativo, preservando e potenziando l’attività di altri antiossidanti.

  • INNER D-TOX+ è un integratore alimentare in bustine da sciogliere in acqua a base di estratti vegetali di carciofo, curcuma e schisandra, fibra solubile VitaVeggie®, N-acetil-cisteina, colina VitaCholine®, vitamine e rame, utile per sostenere le funzioni depurative dell’organismo. In particolare, gli estratti di carciofo e schisandra hanno proprietà antiossidanti e favoriscono la funzione epatica, mentre il carciofo favorisce la funzione digestiva e l’eliminazione dei gas intestinali.
  • H2O XPELL+ compresse è un integratore alimentare a base di estratti vegetali (asparago, equiseto, pilosella, ortosiphon, mirtillo rosso, bucco, uva ursina, tarassaco) con l’aggiunta di vitamina B1, utile per sostenere le funzioni depurative dell’organismo, il drenaggio dei liquidi corporei e per contrastare gli inestetismi cutanei e la cellulite.
  • H2O XPELL+ DRENA è un integratore alimentare in forma liquida da assumere tal quale o diluire in acqua, a base di estratti vegetali (asparago, tè verde, ciliegio, equiseto, ananas e matè) con l’aggiunta di vitamina C e minerali, utile per sostenere le funzioni depurative dell’organismo, il drenaggio dei liquidi corporei e per contrastare gli inestetismi cutanei e la cellulite.

 

 

Di Eliana Cocco
Team R&D 4+ Nutrition

administrator
Esperti, nutrizionisti, chef e preparatori al tuo servizio. Ecco i nostri consigli per mangiare sano, allenarsi nel giusto modo, raggiungere il tuo obiettivo e perseguire il benessere di mente e corpo!